Ok, mi hanno detto che devo inserire una mia presentazione. Che ogni Blog ha una presentazione di chi lo ha ideato. Quindi devo presentarmi… E allora, eccomi qui!

Ho esercitato come avvocato sino a 52 anni suonati. In questo momento non so se esercito ancora, non l’ho capito… Il modo in cui assisto i clienti è molto diverso rispetto al passato.

Ero equity partner di un importante studio di assistenza fiscale e legale. E lo sono diventato senza “calci nel sedere”, solo lavorando veramente tanto sodo e inghiottendo tanti, tanti rospi.

Un giorno di qualche tempo fa, per diversi motivi che spiego in un libro che ho scritto dal titolo “Moto e Metafisica” (vi ricorda qualcosa?) e che sarà pubblicato a breve, ho lasciato lo studio e ho scoperto qualcosa di fantastico.

Ho scoperto il Mondo! Quello dei bikers, ma anche il mondo dei supposti vincenti e degli apparenti falliti (definizione copiata da Gramellini… Non ho saputo resistere a tanta bravura!).

Ho scoperto come i supposti vincenti siano spesso (non sempre, ma molti di quelli che ho conosciuto io) persone vuote, attratte solo dall’apparenza, dall’esercizio del potere fine a sé stesso, esercitato in modo ingiusto e arido, innamorate dell’accumulo dei soldi come unico obiettivo (tanto non si riservano il tempo per spenderlo), indifferenti alle difficoltà degli altri e disposte a dimenticare ogni moralità per qualche euro o qualche “gallone” in più. E tanti sono tristi: qualunque sia la loro posizione c’è sempre qualcuno di più importante che li tratta come pezze da piedi, e sono costretti ad inghiottire schifezze rivalendosi poi su coloro che dirigono, in una perenne corsa alla sopraffazione dei più deboli.

Ok, somebody told me that I must include a description of myself. That any Blog has an introduction of the author. Thus, I shall introduce myself… Then, here I am!

Until I was 52 I worked as a lawyer. I do not know if I am still exercising, I do not understand… The way in which I assist my clients now is really different from the past.

I was an “equity partner” of a major tax and legal firm. And I become such with no recommendations; only working really hard and swallowing a lot of rubbish.

Some time ago, for reasons that I explain in a book “Moto and Metaphysic” (does it remind something?) next to be published, I left the firm and discovered something fantastic.

I discovered the World! That of Bikers, but the world of “alleged winners” and of “presumed losers” as well (definition copied from Gramellini… I did not resist to his cleverness!).

I discovered how the “alleged winners” often are (not always, but many of those I met) empty persons, attracted by appearance only, by the exercise of power for itself, exercised in an unfair and chippy way, with the sole objective of making a bunch of money (without taking the time to spend it), careless to the difficulties of others and ready to forget any moral for some euros or stripe more. And many of them are sad; whichever their position is, there is always somebody more important that treats them like patches, and they are obliged to swallow rubbish exercising their revenge on those on whom they have power, in a perennial race to the oppression of weaker persons.

Invece, nel mondo degli apparenti falliti ho trovato molte persone (non sempre, ma la maggior parte di quelle che ho conosciuto io) che hanno sofferto e che hanno scoperto la soddisfazione che dà l’aiutare gli altri, aprire il cuore, ascoltare… Che non hanno necessità della Porsche o della barca a vela per sentirsi felici (per carità, probabilmente non guasterebbe) bensì della consapevolezza che i rapporti umani sono l’unica cosa che veramente migliora la loro vita e potrebbe addirittura migliorare il Mondo.

Avendo visto quanto la passione per le moto, e per le Harley Davidson in particolare, unisce le persone e offre il destro per creare gruppi su Fb, LinkedIn e su tutti i maggiori social, ho pensato che sarebbe stato bello sfruttare questa passione condivisa per creare un blog che serva come luogo virtuale di incontro tra appassionati e che incentivi coloro che lo visitano a pensare ai più sfortunati e fare delle donazioni.

Per me i più sfortunati sono i bambini (che spesso sono in situazione di sofferenza per quello che hanno combinato a questo Mondo gli adulti) e coloro che non sono mai entrati nel circuito economico o per mille ragioni ne sono usciti, trovandosi di colpo o piano piano in situazione di grave indigenza.

Con questo in mente ho chiesto a molti amici biker di contribuire a questo blog con le loro esperienze, suggerimenti, foto e quant’altro; il tutto a beneficio di coloro che invece che su una bellissima HD sono in un ospedale o disperati perché non hanno i mezzi per curarsi.

E la risposta dei miei amici ed amiche (ma a questo punto è corretto chiamarli Fratelli e Sorelle) è stata entusiastica.

Spero veramente che riusciremo a portare sollievo con questo blog alle persone meno fortunate e per questo ti chiedo di fare una donazione – anche piccola, quello che puoi e ti senti – agli enti dei quali trovi il tasto per le donazioni in questo sito.

Il denaro donato va direttamente sui conti di tali associazioni, senza transitare per le mie mani neanche per un istante.

Grazie per essere qui!

Piero

On the other hand, in the world of “presumed losers” I met many people (not all, but most of those I met) that suffered and discovered the happiness of helping others, of opening the heart, of listening… They do not need a Porsche or a sailboat to feel happy (even if it would help…), but they acknowledge that human relationships are the only thing that really improves their life and may even improve the World.

Considering how much the love for motorbikes, and for Harley Davidson in particular, links the people and is a cause for creating groups on Fb, Linkedin and all the major social, I decided that it would have been a good idea to use this shared passion to create a blog that is a virtual meeting place for impassioned and that invites the visitors to think to those less lucky persons, and donate.

 

In my opinion, the less lucky are the children (that often suffer because of what we adults made to this World) and those that never entered in the economic circuit or for several reasons went out of it, discovering that all at once or step by step they got in a poverty situation.

With that in mind I asked to several bikers to contribute to this blog with their experiences, suggestions, pics and other; all for the benefit of those that instead than riding a beautiful HD are in hospital or in despair because they do not have the means to heal themselves.

And the feedback of my friends (at this point it is more correct to call them Brothers and Sisters) has been enthusiastic.

I really hope that through this blog we will be able to bring relief to less lucky persons and for that I ask you to donate – even a little, what you can and you feel – to the charities of which you find the link in this site.

The money directly flows on the accounts of those charities, they do not stay in my hands for even one second.

Thank you for being here!

Piero

 

 

il tuo nome (obbligatorio)

la tua Email (obbligatorio)

Oggetto

Messaggio

Piero Marchelli

Piero Marchelli

Visualizza tutti i post
NOTA: il blog è basato su WordPress. Per lasciare commenti occorre essere registrati su tale piattaforma. Se non siete ancora registrati, per favore completate i campi sotto riportati per registrarvi gratuitamente. NOTE: this blog is powered by WordPress. To leave your comments you shall be registered on such platform. If you are not yet registered, please fill in the following fields for free registration.

Donazioni

Perchè ho inserito questa pagina donazioni?
Scoprilo nella sezione Partner


Associazione OBM Ospedale dei Bambini Milano – Buzzi Onlus



Fondazione di Comunità di Milano


Fondazione Sacra Famiglia