La compassione è a volte la capacità fatale di sentire com’è vivere dentro la pelle di qualcun altro; è la consapevolezza che non ci può mai essere alcuna pace e gioia per me finché non ci sarà finalmente pace e gioia anche per te.

Frederick Buechner[1]

Valore vs. Disvalore

Si dice che il fuoco tempra l’oro, le avversità temprano gli uomini.

E invero in questo periodo di difficoltà tante persone hanno dimostrato e dimostrano il loro vero valore o disvalore.

Penso al valore dimostrato da medici, infermieri e sanitari; dai numerosi volontari che non hanno sospeso la loro attività a favore del prossimo; alle forze dell’ordine che continuano la loro attività a supporto della nazione; dalle tante persone che donano il sangue; dall’incremento delle donazioni; da tutti coloro che fanno sacrifici in nome del bene comune.

E penso al disvalore dimostrato da tanti altri, a partire dalla fredda aridità (e palese incapacità di gestire una situazione eccezionale) della Lagarde (oggi sui giornali non ho ancora visto la notizia delle sue dimissioni, ma se valesse anche solo il 10% di ciò a cui essa si vende arriveranno da un momento all’altro), al medico (?) inglese che con animo razzista (e, evidentemente, scarsa comprensione del fenomeno) sostiene che noi italiani stiamo cogliendo l’occasione per fare una lunga siesta, ai vari soggetti che con egoismo e ristrettezza di pensiero fanno la loro vita incuranti del dolore e delle difficoltà degli altri.

 

Un esempio luminoso

E penso ai miei amici dell’associazione GBO (Global Business Owners) che, sparpagliati ovunque nel mondo, mi hanno fatto arrivare attestazioni di vicinanza, solidarietà e compassione (nel senso latino del termine: cum patire, soffrire insieme).

GBO symbol

Proprio questa mattina ho letto molti messaggi intrisi di una umanità e una fratellanza sbalorditiva, una mentalità che cambierà il mondo se tutti faremo la nostra parte nel farla nostra.

Due di questi messaggi voglio condividerli con voi (gli altri, di pari valore e profondità, sono meno “generali” nel loro approccio e più specificamente legati alla nostra associazione, ciò che mi trattiene dal divulgarli).

Primo pensiero (inviato da Stefan di Londra)

Ogni mano che non stringiamo deve diventare una telefonata che facciamo.

Ogni abbraccio che evitiamo deve diventare un’espressione verbale di calore e preoccupazione.

Ogni centimetro e ogni piede che posizioniamo fisicamente tra noi stessi e un altro, devono diventare un pensiero su come potremmo essere di aiuto a quell’altro, se dovesse sorgere la necessità.

(Rabbino Yosef Kanefsky)

(…) e ricordate che distanziamento fisico e distanziamento sociale sono concetti diversi.

Secondo pensiero (inviato da Jean di Monaco)

C’è un grande vincitore su questo tumulto:

il PIANETA TERRA

Se comprendiamo questo, tutti come gruppo e nel nostro insieme possiamo aiutare indipendentemente da ogni confine a rimodellare le cose in meglio.

§§§

Ogni ulteriore commento da parte mia sarebbe ultroneo. Voglio solo dire a queste persone di valore e di animo illuminato: grazie dal profondo del mio cuore!

[1] Scrittore, poeta, predicatore e teologo americano.

 

Compassion is sometimes the fatal ability to feel what it is like to live inside someone else’s skin; it is the awareness that there can never be any peace and joy for me until there is finally peace and joy for you too.

Frederick Buechner[1]

Value vs. No-value

Fire is said to harden gold, adversity to temper men.

And indeed, in this difficult period many people have shown and continuously demonstrate their true value or lack of value.

I think of the value shown by doctors, nurses and health professionals; by the numerous volunteers who have not suspended their activity in favor of others; to the law enforcement officers who continue their activities in support of the nation; to the many people who donate blood; to the increase in donations; to all those who make sacrifices in the name of the common good.

And I think of the disvalue shown by many others, starting from the cold dryness (and clear inability to manage an exceptional situation) of Lagarde (today in the newspapers I have not yet seen the news of her resignation, but if she was worth even only 10% of what she sells at, they will arrive at any moment), to the English doctor (?) who with a racist spirit (and, evidently, poor understanding of the phenomenon) claims that we Italians are taking the opportunity to take a long siesta, to various subjects who with selfishness and narrowness of thought make their lives regardless of the pain and difficulties of others.

A bright example

And I think of my friends from the GBO (Global Business Owners) association who, scattered everywhere in the world, have sent me certificates of closeness, solidarity and compassion (in the Latin sense of the term: cum patire, suffer together).

GBO symbol

Just this morning I read many messages imbued with a staggering humanity and brotherhood, a mentality that will change the world if we all do our part in making it our own.

I want to share two of these messages with you (the others, of equal value and depth, are less “general” in their approach and more specifically linked to our association, what keeps me from divulging them).

First thought (sent by Stefan of London)

Every hand that we don’t shake must become a phone call that we place.

Every embrace that we avoid must become a verbal expression of warmth and concern.

Every inch and every foot that we physically place between ourselves and another, must become a thought as to how we might be of help to that other, should that need arise.

(Rabbi Yosef Kanefsky)

(…) and please remember that physical distance and social disconnection are two different concepts.

Second thought (sent by Jean di Monaco)

There is one big winner on this turmoil

PLANET EARTH.

If we understand this, we all as a group can help beyond borders as a whole in reshaping things for the better.

§§§

Any further comment from me would be useless. I just want to say to these people of value and of an enlightened soul: thank you from the bottom of my heart!

[1] American writer, poet, preacher and theologian.

 

 

NOTA: il blog è basato su WordPress. Per lasciare commenti occorre essere registrati su tale piattaforma. Se non siete ancora registrati, per favore completate i campi sotto riportati per registrarvi gratuitamente. NOTE: this blog is powered by WordPress. To leave your comments you shall be registered on such platform. If you are not yet registered, please fill in the following fields for free registration.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Donazioni

Perchè ho inserito questa pagina donazioni?
Scoprilo nella sezione Partner


Associazione OBM Ospedale dei Bambini Milano – Buzzi Onlus



Fondazione di Comunità di Milano


Fondazione Sacra Famiglia